Skip to content

Category: pensieri

Ode all’avocado (when in doubt, put some avocado on it)

Oggi sono arrivata al punto di non ritorno: ho mangiato volontariamente avocado a pranzo e a cena.

La dipendenza da avocado è una cosa subdola, ostile, che si dirama melliflua e ti entra nelle vene: come l’edera avvinta. L’avocado ti sceglie e ti domina, con lo sguardo muto di chi non chiede ma tutto prende.

Leave a Comment

il brodo primordiale

Si parla spesso di cibo della memoria: credo che io saprei ricostruire una mappa dettagliata di tutto ciò che ho fatto finora attraverso il ricordo di ciò che ho mangiato. Non sono molto brava con facce e circostanze ma difficilmente dimentico un buon piatto, l’odore della cucina, un sapore. Naturalmente, la mia vita è un tripudio di madeleine: mi ritrovo continuamente, annusando e assaggiando, a ricordare intensamente qualcosa o qualcuno.

Leave a Comment